Agrigento, il gran finale della Sagra del Mandorlo in fiore

AGRIGENTO. Tra balli, musica, colori, arte e cultura si celebra oggi la giornata conclusiva 69esima edizione della Sagra del Mandorlo in Fiore durata quest'anno più di un mese.
Dopo le esibizioni dei gruppi folkloristici internazionali di ieri in una giornata primaverile nel centro storico di Agrigento e "Il girotondo della pace tra i popoli" in Piazza Cavour al Viale della Vittoria, ricco il programma di oggi che si concluderà alla valle dei templi con l'esibizione e la successiva premiazione dei gruppi partecipanti al 59° Festival Internazionale del Folklore e poi con il Gran galà del folklore al Teatro Pirandello.
Tra le nazioni partecipanti Festival Internazionale del Folklore, compresi i gruppi folkloristici internazionali dei "Bambini del Mondo", quelli provenienti da Bolivia, Bosnia, Bulgaria, Egitto, Kazakistan, Lettonia, Serbia, Spagna, Spagna, Thailandia, Turchia, Ungheria, Messico e Grecia.
Il programma di oggi prevede la grande sfilata finale con i gruppi folcloristici internazionali, locali e dei carretti siciliani da Piazza Pirandello allo Stadio Esseneto a partire dalle ore 9. Mentre lo spettacolo conclusivo con la consegna dei premi e del Tempio d'oro è previsto a partire dalle ore 14 Tempio della Concordia. L'ultimo appuntamento della Sagra 2014 ad Agrigento sarà alle ore 21 con il Gran galà del folklore (ingresso 23 euro) al Teatro Pirandello che sarà presentato da Charlie Gnocchi e Annarita Granatiero.
Poi la festa si sposterà a Naro, dove nel 1934 nacque la Sagra del Mandorlo in Fiore da un'idea del conte Alfonso Gaetani con lo scopo di esaltare la primavera agrigentina fornendo una strumento per il lancio e la commercializzazione di alcuni prodotti tipici siciliani. Durante il trascorrere degli anni la Sagra allargò i suoi orizzonti raccogliendo sotto lo splendido scenario della valle dei templi i popoli di tutte le nazionalità, tradizioni e culture.
Nel frattempo sta riscuotendo successo l'evento collaterale alla Sagra 2014 intitolato"La Valle in fiore", promosso dal Parco archeologico Valle dei Templi, in cui sono state proposte diverse attività per bambini, famiglie e scuole tra archeologia e giochi nell'antica Akragas. "Abbiamo proposto - ha spiegato il direttore del Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento Giuseppe Parello - dei laboratori con un linguaggio e delle tecniche didattiche adeguate che mirano da un lato a far conoscere quanto più possibile la storia e la cultura greca, dall'altro - ha aggiunto Parello - a sperimentare anche nuove modalità di rappresentazione di quella che era la vita domestica nel periodo classico".
Intanto, in attesa di conoscere il vincitore del Tempio d'oro 2014 che sarà premiato oggi nel suggestivo scenario della valle dei templi, è andato nei giorni scorsi al "Children Group Vitaminchyky" dell'Ucraina il "Premio Claudio Criscenzo - Una goccia per la vita" quale miglior gruppo della quattordicesima edizione del Festival internazionale del folklore "I Bambini del Mondo". Il Festival "I Bambini del Mondo", ideato da Claudio Criscenzo e Giovanni Di Maida, è organizzato dall'Aifa, Associazione International Folk Agrigento, guidata da Luca Criscenzo che ha preso il posto del padre, prematuramente scomparso, "ha dimostrato ancora una volta la sua valenza - si legge in una nota - consolidando ancora di più il prestigioso posto conquistato negli anni di aprire ufficialmente la Sagra del mandorlo in fiore".
Per questo weekend la Agrigento grazie alla Sagra 2014 è tappa scelta dal "Giro d'Italia in 52 weekend", un'iniziativa ideata dalla Weekendagogo che propone ai turisti pacchetti tematici di ogni tipo dando la possibilità agli enti del turismo di promuovere gli eventi più significativi nei territori.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook