Agrigento, Chiesa San Giuseppe senz’acqua da 8 mesi: parroco presenta denuncia ai carabinieri

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. «Da luglio 2013 a marzo 2014 la parrocchia e i locali annessi risultato sprovvisti dell'approvvigionamento idrico». I mesi senz'acqua sono diventati troppi e il parroco questa volta ha davvero perso la pazienza. Don Saverio Pittiteri ha presentato formale denuncia alla Procura della Repubblica depositandola dai carabinieri di Agrigento. Secondo la comunità parrocchiale che in caso di processo si dichiarerà parte civile, si è consumato il reato di «Interruzione di un servizio di pubblica necessità». Prima della denuncia sono stati tantissimi i solleciti presentati alla ditta che gestisce il servizio in città. Nonostante le promesse della Girgenti Acque la Parrocchia è ancora a secco. Per Don Saverio sono tanti i disagi causati alla comunità parrocchiale. Lo scorso 18 febbraio dalla ditta si erano giustificati dicendo che stavano provvedendo a risolvere il problema. «Questione di giorni» avevano detto. La Girgenti Acque aveva fatto sapere anche di non essersi accorta dell'allaccio e di avere dismesso una condotta. Nel frattempo, Don Saverio è stato costretto a far ricorso all'approvvigionamento tramite mezzi propri. Nelle more però ha continuato a pagare il canone di approvvigionamento. Tutti pagamenti delle bollette risultato in regola eppure la fornitura è stata interrotta senza nemmeno un avviso. Secondo la società idrica la chiesa era allacciata ad una conduttura che insisteva su via Bac Bac. Ma perché, ci si chiede, non sono ancora riusciti a mettere fine al disservizio? «Siamo andati più volte sul luogo per ripristinare l'allaccio - dicono dalla Girgenti Acque - ma non abbiamo trovato nessuno e la chiesa era chiusa».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X