«Troppe condotte collegate abusivamente», scoperta la causa dei pozzetti che «saltano» ad Agrigento

Agrigento, Archivio

AGRIGENTO. Hanno convogliato le acque piovane - provenienti dai pluviali, terrazze, piazzali, grondaie, dalle aree pavimentate e griglie - nella condotta fognante delle acque nere. Ecco perché - secondo l'accertamento dei tecnici dei Lavori pubblici di palazzo dei Giganti e della Polizia locale - quando piove, specie se a dirotto, i liquami fuoriescono dai pozzetti d'ispezione della fognatura posizionati sulla battigia nel tratto compreso fra la villa Sandro Pertini e la traversa Mare Nostrum a San Leone. Il sindaco, Marco Zambuto, ha ordinato ai proprietari di due immobili - che avrebbero realizzato tali "manomissioni" - di provvedere, entro 15 giorni, a scollegare le acque meteoriche provenienti da tetti, terrazze, spiazzali, caditoie, a salvaguardia dell'igiene e della salute pubblica. "In caso di inottemperanza - scrive Zambuto - si provvederà allo sgombero dell'immobile e senza pregiudizio per le azioni penali qualora il fatto costituisca reato". A segnalare, platealmente, lo sversamento delle fogne nel mare del viale Delle Dune, è sempre stata la centralina di sollevamento della Pubblica Sicurezza. Ogni qualvolta piove, specie se l'acqua è torrenziale e anche se è soltanto per pochi minuti, la spiaggia Delle Dune si trasforma all'improvviso in una puzzolente laguna nera, mentre all'altezza di via Mar Caspio si forma un torrente che scende fino all'arenile e giunge in mare. Anche il pozzetto della spiaggia del "Ragno D'Oro" spesso e volentieri non regge e finisce con il far fuoriuscire i liquami fognari. A richiedere i controlli mirati - volti ad individuare ed eliminare le irregolari immissioni di acque meteoriche nei collettori fognari destinati alle sole acque reflue - all'amministrazione comunale era stata la Girgenti Acque. Il sindaco ha dato mandato di provvedere alle verifiche delle utenze nella zona a monte di piazzale Giglia, viale dei Giardini e aree limitrofe. L'accertamento congiunto ha consentito di scovare le manomissioni, in via Delle Dalie e in via Campo. Per provvedere "alla salvaguardia dell'igiene e della salute pubblica e alla salvaguardia della pubblica incolumità" è stato ordinato ai proprietari degli immobili di "scollegare le acque meteoriche dalla condotta fognante acque nere per evitare la fuoriuscita di liquami". Una volta effettuati i lavori, gli interessati dovranno anche produrre una relazione tecnica corredata da elaborati grafici firmati da un tecnico abilitato dalla quale si evince la puntuale osservanza dell'ordinanza del sindaco. Per quanto concerne, poi, lo sversamento di acqua piovana nella condotta fognaria di via Dei Giacinti, il personale dell'Utc, prontamente intervenuto, ha constatato la rimozione, da parte di ignoti, dell'ostruzione della tubazione di collegamento tra la caditoia di raccolta delle acque meteoriche ed il pozzetto della rete fognaria pubblica. Inconveniente già eliminato e denuncia presentata, contro ignoti, alla polizia locale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X