Turismo in crisi nell'Agrigentino, chiudono alberghi e B&B

AGRIGENTO. Turismo al chiaroscuro nell'agrigentino. Alberghi e Bed & breakfast costretti dalla crisi economica a chiudere i battenti. "Nell'ultimo anno - spiega Francesco Picarella dell'associazione Federalberghi - nell'Agrigentino hanno chiuso definitivamente i battenti due strutture ricettive: il Cavalluccio marino ed il Falco azzurro. Altri invece sono diventati stagionali, cioè sono in funzione solo per alcuni mesi dell'anno, vista la carenza di turisti e visitatori". Questa la situazione disegnata da Federalberghi, ma ci sono anche delle novità positive, come la realizzazione di un Resort sistemato vicino alla Scala dei Turchi di Realmonte, divenuto il simbolo dell'attrazione turistica della Provincia di Agrigento, dove si spera possano arrivare migliaia e migliaia di turisti richiamati dalla "Marna bianca". "L'albergo - dice ancora Picarella - aprirà prima dell'estate del 2014 e sarà un importante strumento di rilancio per il turismo nella nostra provincia". Due i nuovi alberghi che sono stati classificati nel 2012. Si tratta dell'albergo denominato "Il faro della Guitgia" di Lampedusa con l'assegnazione di tre stelle con 32 posti letto e Villa Calandrino a Sciacca, una struttura alberghiera di quattro stelle con 43 posti letto. Più di 60 le classificazioni operate dal personale dell'Assessorato in seguito alla richiesta di nuove aperture di strutture turistiche. Non solo alberghi, però. Chiudono anche i Bed & breakfast. Hanno comunicato la cessazione dell'attività il B&B "Dedalo" di Sant'Angelo Muxaro e l'albergo "Cavalluccio Marino" di Lampedusa. Prosegue invece l'attività di classificazione e verifica delle strutture ricettive ed alberghiere da parte della Provincia. Il settore "Promozione turistica ed attività economiche e produttive" ha provveduto alla classificazione di 5 nuove strutture turistiche nella tipologia dei "bed and breakfast", affittacamere e case vacanze. Si tratta della struttura ricettiva "Costa del sol" a Porto Empedocle sul lungomare Nettuno nella tipologia degli "Affittacamere", classificazione una stella, con una disponibilità di quattro camere e 10 posti letto, della struttura ricettiva B&B "Serenata" ad Agrigento in via Carcino, classificazione tre stelle, con una disponibilità di due camere e quattro posti letto.
Tre, invece le nuove case vacanze, tutte a Sciacca: "La lanterna di Bachi" in corso Vittorio Emanuele con una unità abitativa e 10 posti letto, "Casa Roberta" in via Largo Fontana con una unità abitativa e 5 posti letto e Casa Montalbano in vicolo Grande Caricatore con una unità abitativa e 5 posti letto. La classificazione di queste nuove strutture porta ad un totale in provincia di Agrigento di 476 strutture turistico-alberghiere (hotel, residence, affittacamere, camping, B&B, Case vacanze, agriturismo, case per ferie, turismo rurale), 18.518 posti letto e 7.091 camere. Un importante e strategico vettore di turismo che ogni anno viene scelto da migliaia di viaggiatori sempre alle prese con pochi soldi per le vacanze ed alla ricerca del risparmio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X