Palma, rilascio delle licenze edilizie: «L’iter sarà ultimato in dieci giorni»

PALMA DI MONTECHIARO. “Rilasceremo in 10 giorni concessioni edilizie per le quali, in questo momento, è necessario un iter di mesi”.
Lo ha annunciato ieri il sindaco di Palma di Montechiaro, Pasquale Amato, rendendo noto che “si sta completando la formazione sull'uso del pacchetto istruttorio informatizzato per la gestione delle pratiche di edilizia privata, dopo 12 anni dall'acquisto, per modernizzare le procedure”.
Amato, come fa ormai abitualmente, ha utilizzato il profilo Facebook per comunicare con i cittadini. In questo caso, affrontando la questione delle pratiche edilizie, parla di “governo della produzione interna degli uffici comunali”.
Secondo il primo cittadino il “pacchetto istruttorio informatizzato in questi 12 anni è stato utilizzato solo per le sanatorie edilizie e non per le pratiche relative all’edilizia privata. Sfruttandolo al massimo faremo, finalmente, diventare celeri le questioni relative al rilascio, o al diniego, delle concessioni edilizie in sanatoria”.
“Fino ad oggi – aggiunge il primo cittadino – era possibile che passassero dei mesi da quando la pratica viene presentata agli appositi uffici comunali a quando viene esitata, positivamente o meno. C’erano, infatti, tutta una serie di passaggi da compiere. Ora, utilizzando il pacchetto informatico di cui disponiamo, contiamo di esitare i procedimenti nel giro di una decina di giorni. Riteniamo si tratti di un bel passo in avanti”.
Ma il Comune conta di procedere, già a partite da gennaio, con altre innovazioni sempre nel campo dell’edilizia.
“Subito dopo le festività natalizie – aggiunge Pasquale Amato – avvieremo un confronto con i liberi professionisti che operano nel settore. Esiste per loro la possibilità, infatti, di acquistare un modulo informatico che costa appena 200 euro e di redigere direttamente nel loro studio la pratica relativa alla richiesta di concessione edilizia. Poi, tramite la posta certificata, possono trasmettere agli uffici comunali competenti tutto l’incartamento ed ottenere, in questo modo, l’esame della pratica in tempi brevissimi. Siamo convinti che non saranno pochi i liberi professionisti che aderiranno alla nostra proposta”.
Riguardo al confronto tra amministrazione comunale e tecnici privati rimane soltanto da fissare la data. E’ verosimile che la riunione si tenga al Comune nei giorni immediatamente successivi al primo dell’anno. Poi la collaborazione sarà avviata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook