Ribera, Statale pericolosa: presto i lavori dell’Anas

L’intervento riguarda il tratto della «386» compreso tra la periferia del paese e lo svincolo di Verdura

RIBERA. Primo passo avanti, dopo pressioni arrivate da parte dell'Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Carmelo Pace soprattutto all’indirizzo dell’Anas per la sistemazione di un tratto alquanto pericoloso della Statale 386 Palermo – Sciacca. Si tratta del tratto che va da poco fuori l'abitato della “città delle arance” e che arriva fino allo svincolo di Verdura sulla S.S. 115. Questo tratto di statale percorso ogni giorno da un gran numero di automobilisti e conducenti di mezzi pesanti per via delle piogge torrenziali e per la mancanza di un'adeguata rete di canalizzazione è normalmente soggetto a smottamenti e frane, che hanno raggiunto il loro apice nel periodo in cui la “386” è stata utilizzata come percorso “alternativo” per gli automezzi che non potevano oltrepassare il ponte sul Verdura crollato l'11 febbraio scorso. questo ha creato una serie di cedimenti pericolosi e con essi anche una modifica dell'assetto viario che a lungo andare potrebbe creare seri problemi e incidenti a quanti transitano per questo tratto, se non si interviene. Nei giorni scorsi finalmente dall'Anas è arrivata la notizia di un intervento per riparare la strada nei punti in cui il manto stradale è stato letteralmente portato via. Si tratta di un finanziamento di circa 40 mila euro che consentirà di operare i primi lavori, anche se - si teme – non risolverebbe definitivamente il problema. L'intervento prevede la collocazione di “gabbie” particolari che consentiranno di fermare il terreno. A dire il vero nella zona la soluzione suggerita soprattutto dagli agricoltori è la collocazione di pali di cemento che fermerebbero in via definitiva il cedimento per un tratto di circa un chilometro. Presto, condizioni climatiche permettendo, in questi ultimi tempi davvero “pesanti” con piogge torrenziali prolungate che si sono abbattute in città e nelle campagne circostanti, dovrebbero partire i lavori. Tempi ancora lunghi, invece, si prevedono per la realizzazione del nuovo ponte sul Verdura. A tal proposito, ha reso noto ieri il sindaco Carmelo Pace, la richiesta di parere per il Consiglio comunale, che dovrà pronunciarsi sulla fattibilità dell'opera, è arrivata e nei prossimi giorni sarà valutata dall'assise consiliare. Nessun intervento si registra, invece, dalle parti dell'altro percorso ”alternativo” considerato dopo il crollo del ponte Verdura: quello di Scirinda, dove i disagi degli agricoltori soprattutto sono davvero notevoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X