Atti osceni in pubblico a Licata, ora sarà rimpatriato

Coinvolto un extracomunitario

LICATA. L’otto maggio scorso era stato denunciato alla Procura perché, in piazza Quattro Novembre, sotto lo sguardo incredulo dei passanti, si era abbassato i pantaloni ed aveva messo in mostra i genitali. Venerdì sera, i poliziotti del commissariato cittadino – coordinati dal vice questore aggiunto Valerio Saitta – avendo ottenuto il nulla osta da parte dell’Autorità giudiziaria lo hanno prelevato dalla sua abitazione, nel centro di Canicattì, e lo hanno portato al centro d’accoglienza di Trapani. Il tunisino, W. T., di 43 anni, già noto alle forze dell’ordine, verrà rimpatriato coattivamente. Per gli agenti di Canicattì, il provvedimento risulta, dunque, eseguito. Il tunisino quarantatreenne, in realtà starà ancora un paio di giorni al centro “Vulpitta”, il tempo utile affinché si organizzi tecnicamente il rimpatrio verso la sua terra d’origine. L’immigrato, in Italia, non aveva una fissa dimora, non aveva un lavoro stabile, non era in regola con il permesso di soggiorno e aveva creato già altri problemi. CR

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook