Locali inidonei, chiuso ambulatorio a Montallegro

A dare il via alla protesta il consigliere comunale Giovanni Cirillo: «Ho raccolto le testimonianze di molte mamme sdegnate»

MONTALLEGRO. «Si comunica che l'attività sanitaria nel comune di Montallegro è sospesa poiché i locali si presentano al momento inadeguati e non accessibili, le porte sono state chiuse e non si trovano le chiavi». Lo ha scritto, in un cartello affisso dietro la porta dell'ambulatorio concesso dall'amministrazione comunale che ha fatto il giro del web, il pediatra Sergio Oddo.
A dare il via alla protesta il consigliere comunale Giovanni Cirillo, di Grande Sud: «Ho raccolto le testimonianze di molte mamme sdegnate dal fatto che, come ogni venerdì recandosi presso l'ambulatorio del dottor Oddo, sito nelle aule dell'ex municipio, per far visitare i propri figli, hanno trovato la porta chiusa con affisso questo avviso. Non è possibile - continua Cirillo - che dopo l'impegno della passata amministrazione che aveva ricevuto l'assegnazione di questo servizio indispensabile per i nostri bambini, sia oggi mandato in frantumi aver creato uno stato di fatto alquanto futile e vergognoso. Pertanto - conclude in una nota il consigliere di opposizione - sollecito urgentemente il sindaco Pietro Baglio, massima autorità sanitaria cittadina, ad intervenire tempestivamente per risolvere questo indecoroso problema, che lede la salvaguardia della salute dei nostri bambini più soggetti a malattie soprattutto stagionali visto che ci troviamo in pieno inverno. In tutti gli altri casi informerò gli organi di competenza di questa spiacevole ed inverosimile situazione creatasi a discapito di tutti i concittadini».
Il sindaco Pietro Baglio, si dice «davvero scontento per quello che sta succedendo sulla sospensione del servizio di pediatria, ma prima di esprimere opinioni su quanto accaduto e assumere decisioni voglio incontrare il diretto interessato, il pediatra Sergio Oddo, per capire come esattamente siano andati i fatti e quale sia effettivamente il problema. Non mi risulta - dice il primo cittadino montallegrese - che la struttura concessa dal Comune al pediatra sia inadeguata al servizio e nemmeno che non si trovino le chiavi. Mi dispiace delle polemiche innescate sul web, ma mi sto occupando della vicenda, sentendo le parti interessate, nel tentativo di fare più chiarezza ed evitare strumentalizzazioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook