Licata, il Tar boccia la tassa di soggiorno

Accolto il ricorso presentato dagli albergatori e ha condannato il Comune al pagamento delle spese processuali

LICATA. Il Tar Sicilia, accogliendo il ricorso presentato dagli albergatori di Licata, ha annullato il regolamento comunale che imponeva la tassa di soggiorno ad alberghi e strutture recettive in genere e ha condannato il Comune al pagamento delle spese processuali. Il tribunale ha stigmatizzato la mancata concertazione con le associazioni di categoria del provvedimento, ha ritenuto illegittimo il regolamento che avrebbe previsto l'istituzione dell'imposta di soggiorno retroattivamente e che individuava nel gestore dell'attività il soggetto obbligato al versamento. "Per l'ennesima volta viene dimostrato che la politica è miope di fronte alle esigenze delle classi produttive di un territorio", commenta il presidente provinciale di Federalberghi Francesco Picarella.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X