stampa
Dimensione testo
COMUNE

Custodia dei randagi a Campobello, affidato il servizio

di
campobello di licata, cani randagi, canile, Agrigento, Cronaca

La Civica amministrazione ha deliberato di assegnare, per la prosecuzione del contratto già stipulato con il Comune campobellese, alla ditta «Animals and people therapy » il servizio di cattura e custodia dei cani randagi.

È previsto un costo giornaliero per cane di 2,70 euro, oltre iva, mentre l'importo complessivo è di euro 29 mila (iva inclusa). È stata impegnata la somma nel cosiddetto «Bilancio armonizzato», con la denominazione «spese per il ricovero alberghiero dei cani randagi», dell'esercizio finanziario provvisorio 2019.

Il comune è, tra gli enti interessati, al contrasto ed alla prevenzione del fenomeno del randagismo, come la Regione e l'Azienda sanitaria provinciale, quello che deve garantire il servizio di cattura dei cani vaganti e randagi, il loro rifugio sanitario per la inoculazione del chip, la vaccinazione e la sterilizzazione, e il successivo rilascio sul territorio o, se necessario, l'eventuale rifugio per il ricovero. L'ente campobellese non dispone di proprie strutture per il ricovero dei randagi e, pertanto, l'amministrazione comunale, sotto la guida del sindaco Giovanni Gioacchino Picone, negli anni ha affidato all'esterno il servizio.

L’articolo nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X