stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Agrigento, il processo contro Moncada: "Tre lavoratori furono segnalati da Lillo Firetto"

di
porto empedocle, Lillo Firetto, Stefano Moncada, Agrigento, Cronaca
Lillo Firetto

"I tre lavoratori sono stati assunti la prima volta perché segnalati dal sindaco di Porto Empedocle di allora, Calogero Firetto, e dopo il loro licenziamento gli fu trovata una nuova sistemazione sempre su sua sollecitazione". Stefano Moncada, fratello di Salvatore, il "re dell'eolico", e socio delle imprese del gruppo, conferma quanto l'uomo d'affari con imprese in mezzo mondo, aveva già detto in una delle udienze precedenti.

A ribadirlo ci aveva pensato anche il direttore amministrativo Calogero Volpe. Alla fine il giudice monocratico Katia La Barbera, su richiesta congiunta della difesa di Moncada e della parte civile, ha deciso di citare Firetto, nel frattempo diventato sindaco di Agrigento, per chiedergli se la circostanza è reale.

Moncada, in particolare, è accusato di violenza privata perché avrebbe costretto tre lavoratori di una società del gruppo ad accettare il passaggio in un'altra impresa con conseguente trasferimento della sede lavorativa da Porto Empedocle a Campofranco. Ma la loro versione è diametralmente opposta a quella fornita in aula dallo stesso Moncada e da alcuni testi della difesa, affidata all'avvocato Marco Giglio.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X