Agrigento
Speciali
Tutte le sezioni
ECCELLENZA

Akragas, la carica di Castronovo: "Aspetto risposte dal campo"

di

La prossima trasferta di Castellammare, per l'Akragas rappresenta un vero bivio. Alla luce degli impegni delle squadre che precedono il “gigante”, Dattilo e Canicattì, che giocheranno rispettivamente in casa contro Mazara e Cus Palermo, un eventuale passo falso potrebbe comportare un ulteriore ritardo in classifica. Ai ragazzi di Vullo toccherà vincere a tutti i costi, mettendo in campo cuore e convinzione per centrare l'obiettivo. Dopo la brutta prestazione di domenica, la squadra ha fatto autocritica. Il direttore sportivo, Ernesto Russello, ha cercato delle risposte all'atteggiamento della squadra contro il Monreale. “Forse si è sottovalutato l'avversario - ha detto Russello -. Il segnale che abbiamo lanciato è stato forte, se ci sono degli obiettivi da raggiungere queste prestazioni non si possono fare” ha commentato il direttore. Anche il presidente, Giovanni Castronovo, dopo la partita è apparso piuttosto scuro in volto ed ha immediatamente convocato un vertice dirigenziale: “Certamente - ha spiegato Castronovo -, la partita di domenica non mi ha soddisfatto, anzi mi ha contrariato e volevo capire se fosse il caso di prendere provvedimenti. Chi è venuto all'Akragas - ha proseguito - sa che io voglio vincere, ma dobbiamo fare il possibile per riuscirci quindi certi cali di tensione o di prestazione non fanno bene. Non è rispettoso nei confronti della società, che nella scorsa settimana ha saldato le spettanze e non lo è nei confronti dei tifosi che vengono allo stadio e non possono assistere ad uno spettacolo pessimo. Abbiamo voluto concedere l'attenuante di aver trascorso una settimana un po' difficile. Tuttavia dovevamo conquistare i tre punti e si salva solo questo aspetto”. Contro il Castellammare, l'Akragas vorrà riprendersi i punti persi in casa: “Domenica sarà difficile - ha proseguito Castronovo -, abbiamo il dente avvelenato per l'andata perché abbiamo subito un pareggio sull'unico tiro in porta. Sia Dattilo che Canicattì giocano in casa e se non vogliamo che il distacco aumenti, dobbiamo assolutamente vincere. Cercheremo di fare anche una buona prestazione, ma tra la splendida partita di Mazara conclusa con un pareggio, e la vittoria di domenica mi tengo stretto il risultato contro il Monreale”. Il progetto sportivo e societario di Castronovo, dunque, va avanti.

This page might use cookies if your analytics vendor requires them.