stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Dedalo Ambiente in crisi di liquidità Rifiuti, la raccolta rischia nuovo stop

Dedalo Ambiente in crisi di liquidità Rifiuti, la raccolta rischia nuovo stop

Il commissario Miceli: se i sindaci non versano il dovuto la società non sarà più in grado di proseguire
Agrigento, Archivio

LICATA. La Dedalo Ambiente rischia un nuovo stop. Quasi tutti i Comuni soci sono morosi, anche se c’è qualche eccezione, ed ora l’Ato Ag3 ha finito i soldi persino per acquistare il carburante dei mezzi. E’ per questo che, ieri mattina, il commissario liquidatore Rosario Miceli ha convocatop i sindaci dei sette Comuni serviti. Il vertice con i primi cittadini di Licata, Canicattì, Palma di Montechiaro, Naro, Campobello di Licata, Ravanusa e Camastra è in programma per domattina. “Non voglio certo fare allarmismi – è il commento di Miceli – semplicemente sto rappresentando la situazione nella quale ci troviamo. La scorsa settimana abbiamo versato al personale un acconto sullo stipendio di febbraio, ma non sappiamo quando potremo garantire il saldo. Ovviamente per ora nemmeno pensiamo a marzo. Ma c’è di più: sono quasi finiti i soldi per acquistare il carburante dei mezzi”. La situazione sembra drammatica, tanto che l’Ato potrebbe addirittura sospendere il servizio. “Rivolgo un nuovo appello – aggiunge Miceli – ai sindaci, affinchè ci liquidino perlomeno parte delle spettanze arretrate. Dalla prossima settimana, se nel frattempo non avremo ricevuto le quote, saremo costretti a ridurre il servizio nei Comuni morosi”. Ieri il dipartimento Lavori Pubblici del Comune di Licata ha disposto la liquidazione di 50.000 euro alla Dedalo Ambiente, ma perché la somma possa essere accreditata passeranno dei giorni. Intanto la situazione si aggrava con il trascorrere delle ore. Ieri Rosario Miceli è intervenuto su di un’altra questione. Ha ribadito che la Dedalo Ambiente non può assumere nessuno, annunciando che trasmetterà alla magistratura eventuali richieste di assunzione che dovessero pervenirgli. “In ossequio – ha scritto il commissario liquidatore in un comunicato stampa - alle vigenti normative regionali, l’Ato Ag3 non può effettuare assunzioni di nuovo personale, sia a tempo determinato che a tempo indeterminato. Pertanto diffido chiunque attivi e favorisca aspettative mirate alla possibile assunzione di personale presso l'Ato Ag3 di astenersi da tali comportamenti. La Dedalo Ambiente effettua e continuerà ad eseguire i servizi di raccolta integrata dei rifiuti nei sette Comuni di propria competenza con il personale presente in organico. Eventuali dichiarazioni di soggetti interessati a vicende politiche, orientate alla promessa di assunzioni di personale presso la Dedalo Ambiente, sono completamente prive di fondamento”.
 
 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X