L'OPERAZIONE

Furbetti dei rifiuti ad Agrigento: le telecamere inchiodano 350 persone, multe e denunce

Guerra all'abbandono incontrollato dei rifiuti ad Agrigento e provincia. Una operazione condotta dai militari del Centro anticrimine natura e dai carabinieri del Comando provinciale ha portato alla scoperta di oltre 350 episodi in cui sono emerse irregolarità.

In una quarantina di casi risultano coinvolti anche titolari di società ed enti, sorpresi in flagrante mentre smaltivano i rifiuti in modo illecito. Sono stati identificati e denunciati.

Nella lista dei materiali abbandonati irregolarmente ci sono anche quelli pericolosi come amianto, olventi chimici ed organici, olii minerali, parti di autoveicoli, prodotti sanitari usati, prodotti per la verniciatura e lattoneria, pneumatici fuori uso.

Per inchiodare i responsabili è bastato installare alcune telecamere che hanno ripreso il momento dell'abbandono di rifiuti. Una irregolarità che però è costata una sanzione amministrativa di 600 euro, per un totale complessivo accertato di 210 mila euro di multe, mentre per gli abbandoni di rifiuti pericolosi, è scattata la sanzione amministrativa di 1.200 euro, per un totale complessivo accertato di oltre 10.000 euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X