GUARDIA DI FINANZA

Peschereccio traina barcone nel Canale di Sicilia, fermati sei presunti scafisti: sono tutti egiziani

Un'imbarcazione con 68 migranti è stata intercettata nel canale di Sicilia. Sei persone, tutte tra i 23 anni e i 38 e provenienti dall'Egitto, sono state fermate dalla guardia di finanza di Agrigento per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti i fermati erano a bordo di un peschereccio che rimorchiava l'imbarcazione. Sono emerse anche strategie dei trafficanti di migranti nel canale di Sicilia per trasferire i migranti clandestini dalle coste del Nord Africa a quelle siciliane.

Inizialmente, il "carico" veniva trasportato a bordo di un motopeschereccio che riusciva a prendere rapidamente il largo dalle coste libiche. Poi i 68 sono stati trasbordati, dagli stessi traghettatori di vite, su una "carretta" lasciata alla deriva: l'imbarcazione soccorsa dalla Guardia di finanza che, al traino, è arrivata a Lampedusa la notte di venerdì scorso a Lampedusa.

Dall'inizio dell'anno sono 22 le persone arrestate dalla Squadra Mobile della Questura di Agrigento per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e 34 quelle arrestate per reingresso illegale in territorio italiano, di cui 11 in esecuzione di provvedimenti dell'autorità giudiziaria. Il dato è emerso durante la conferenza stampa svoltasi in Procura, ad Agrigento, per illustrare i dettagli dei sei fermi, disposti dalla Procuratore Luigi Patronaggio.

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X