IL PROCESSO

Discarica di rifiuti speciali nell’ex Cda di Agrigento, chiesta condanna per l'imprenditore Burgio

di

Discarica abusiva di rifiuti speciali e pericolosi nei pressi del Centro di distribuzione alimentare, società all’epoca in liquidazione e poi finita al centro di un gigantesco crack giudiziario.

Il pubblico ministero, al termine della requisitoria, ha chiesto la condanna dell’imprenditore empedoclino Giuseppe Burgio, 54 anni; e dei suoi ex dipendenti Beniamino Lauricella, 39 anni, di Grotte e Michele Pecorelli, 59 anni, di Agrigento.

Sono accusati di avere violato la normativa in materia di smaltimento dei rifiuti prevista durante lo «stato di emergenza» che era stato dichiarato anche in Sicilia.

L'articolo completo nell'edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X