LA VERTENZA

Netturbini senza stipendi a Lampedusa, proclamato lo sciopero

I pagamenti degli stipendi sono fermi a maggio. Qualcuno dei 23 netturbini in servizio a Lampedusa potrebbe, però, adesso, rischiare anche il posto di lavoro.

È stata prospettata, infatti, «la ristrutturazione del servizio in base alle nuove somme rese disponibili dall’amministrazione per l’igiene urbana – ha spiegato, ieri, Aldo Mucci della Usb - con la riduzione del personale». E la Uil di Agrigento, con i sindacalisti Gero Acquisto e Nino Stella, ieri, hanno proclamato – per il 10 novembre - lo sciopero degli operatori ecologici. «Lavoratori da tre mesi e mezzo senza stipendio e decurtazione dell’organico. È inaccettabile» – hanno scritto Acquisto e Stella - .

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X