SERVIZIO VETERINARIO

Focolaio di brucellosi in un allevamento di Agrigento, disposto il sequestro

Un focolaio di brucellosi è stato scoperto – dopo i controlli del servizio Veterinario – in un’azienda di allevamento di Agrigento. È scattato, naturalmente, il sequestro sanitario.

E il sindaco Lillo Firetto, individuando il proprietario degli animali quale custode delle bestie sequestrate, ha disposto il «divieto di movimento, da e per l’azienda, di tutti i bovini, bufalini, ovini e caprini e specie sensibili presenti».

«Gli animali risultati infetti – ha ordinato il sindaco di Agrigento – vanno isolati in separato ricovero sino al loro abbattimento. I capi infetti devono essere tenuti separati dai capi sani ed esclusi dalla monta. Bovini, bufalini, ovini e caprini infetti devono essere abbattuti il più presto e comunque non oltre 15 giorni».

L’articolo completo nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X