DAL GDS IN EDICOLA

Centro rifiuti di Calandra a Canicattì, scatta un avviso di garanzia

di

Si fa più seria la questione relativa al sequestro del Centro Conferimento Rifiuti di contrada Calandra a Canicattì. La struttura era stata sequestrata a fini «probatori« il 2 ottobre di quest’anno.

Un provvedimento adottato dalla Procura della Repubblica di Agrigento nel quadro dell’inchiesta sulla situazione igienico-sanitaria e di sospetto inquinamento ambientale dell’area che ospitava il Centro di raccolta e stoccaggio dei rifiuti differenziati di Canicattì ed anche la struttura di «compattamento» dei rifiuti indifferenziati da conferire in discarica.

I magistrati inquirenti adesso hanno sottoposto a sequestro giudiziario l’intera struttura e notificato un avviso di garanzia. Sulla identità del destinatario però vige il più stretto riserbo.

L’articolo completo nell’edizione di Agrigento del Giornale di Sicilia.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X