CARABINIERI

Furto di acqua e di energia elettrica nell'Agrigentino, quattro arresti e due denunce

di

Quattro arresti e due denunce in provincia di Agrigento per furto di acqua e di energia elettrica. Questo il bilancio delle ultime ore in seguito alle operazioni di controllo effettuate dai carabinieri in una cinquantina di abitazioni. A Licata è finito in manette un operaio 43enne, G.S., colpevole di aver effettuato un allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare gratuitamente la propria abitazione.

A Ravanusa, invece, arrestato un pensionato, V.G., 50enne, che per alimentare gratis di luce la sua abitazione aveva realizzato un allaccio abusivo alla rete pubblica. A Favara è stata arrestata una casalinga 19enne, M.E., anch'essa colpevole di furto di energia elettrica. Infine a Porto Empedocle è finito in manette un operaio 35enne che si riforniva gratuitamente di acqua grazie a un allaccio artigianale alla condotta pubblica.

Ad Agrigento, nel quartiere di Villaseta, i carabinieri hanno denunciato all’autorità giudiziaria un pensionato 76enne che si riforniva gratis di acqua attraverso un allaccio abusivo, mentre a Sambuca di Sicilia i militari dell’Arma hanno denunciato A.M., pensionato 50enne, scoprendo che l’uomo aveva manomesso i sigilli del contatore idrico per poter avere acqua gratis. Per tutti c'è l’accusa di furto aggravato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X