IL CASO

Rifiuti bruciati e interrati a Joppolo Giancaxio, Legambiente: "Nuova terra dei fuochi"

Focolai di rifiuti sui terreni di pertinenza dell’impianto di compostaggio? Gli abitanti delle contrade Manicalunga e Realturco sono piombati nel terrore e hanno chiesto, attraverso Legambiente, di «essere tutelati con l’adozione di provvedimenti che scrivano realmente la parola fine su questa incresciosa vicenda».

Lo scorso 4 settembre i residenti delle contrade Manicalunga e Realturco, «Hanno chiesto e ottenuto di potersi recare sui luoghi insieme ai carabinieri. Lo spettacolo che si è presentato ai loro occhi si può ben paragonare – scrive e ricostruisce Legambiente - ad un girone dell’inferno dantesco: grossi cumuli di rifiuti sparsi in ogni dove ai quali era stato appiccato il fuoco e poi ricoperti di terra, quasi tumulati, per continuare a bruciare per ore ed ore senza dare eccessivamente nell’occhio».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X