TRIBUNALE

Porto turistico a Licata, respinta la richiesta del Comune

di

Il Tribunale ordinario non ha la competenza per trattare la controversia tra il Comune di Licata e la società Iniziative immobiliari Spa, proprietaria del Porto turistico Marina di Cala del Sole in merito alla rivendicazione dell’ente di riscuotere la somma di quasi 5 milioni e mezzo di euro di oneri di urbanizzazione per opere edilizie realizzate all’interno. E così il Comune, che aveva avanzato la pretesa, è stato condannato come conseguenza del fatto che il giudice ha respinto la richiesta di sequestro preventivo nei confronti della società.

Era stato l'ex commissario straordinario del Comune di Licata, Maria Grazia Brandara ad aver incaricato l'avvocato Stefano Polizzotto con il compito di richiedere il sequestro preventivo dei beni immobili di proprietà della società Iniziative Immobiliari Spa fino alla concorrenza della somma di 5.466.297,20 euro, corrispondente alla pretesa creditoria a titolo di oneri concessori relativi al permesso di costruire, la numero 76 del 20 ottobre 2006. Il professionista incaricato aveva proceduto al deposito del relativo ricorso davanti al Tribunale di Agrigento, deducendo tra l'altro il carattere di normale onerosità del permesso di costruire.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X