LA VERTENZA

Licenziamenti a Girgenti Acque, la società respinge le accuse

di

Girgenti acque «rompe» il silenzio attorno alla questione dei licenziamenti ed in una nota, inviata al Prefetto, Dario Caputo e per conoscenza ai sindacati che hanno indetto uno sciopero, fa chiarezza sulle reali motivazioni che hanno determinato questa scelta. La nota porta la firma di Marco Campione, presidente di Girgenti acque Spa.

“Il numero del personale ad oggi interessato dalla procedura di licenziamento collettivo – spiega il presidente della società che gestisce il servizio idrico integrato in provincia di Agrigento - è di 26 unità, in quanto per 6 unità si è proceduto a reiterare il licenziamento precedentemente comminato per giusta causa.  Il motivo posto alla base dei licenziamenti trova fondamento nella delibera dell’Assemblea territoriale idrica con la quale la nuova tariffa (per il periodo 2016-2019) è stata approvata in diminuzione, azzerando la componente destinata agli investimenti».

In sostanza la società riceve di meno e deve tagliare i costi. «È stato quindi ridimensionato il personale direttamente collegato alle attività di investimenti straordinari – aggiunge Girgenti acque - che non essendo stati finanziati dalla tariffa, hanno dovuto subire, ovviamente, una drastica riduzione. Il numero del personale dedicato alle attività ordinarie è rimasto invariato e risulta essere adeguato e per nulla insufficiente: non potrà, quindi, registrarsi alcun aumento di carico di lavoro per il personale addetto alle attività ordinarie».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X