IL CASO

Licata, crisi idrica causata dai furti d’acqua

di

Una lunga sequenza di furti d’acqua, soprattutto sulla condotta Gela-Aragona, che mette in ginocchio la fornitura idrica al Comune di Licata.

Furti che si starebbero intensificando e per questa ragione, a breve, potrebbe tenersi un vertice tra i sindaci dei territori coinvolti. Non solo Licata ma anche Palma di Montechiaro, per quanto riguarda l’Agrigentino, Gela e Butera per la zona del Nisseno.

La vicenda, inoltre, sembra destinata a finire sui tavoli delle prefetture di Caltanissetta e Agrigento. La situazione sta diventando molto grave nell’area licatese, con una drastica riduzione dell’approvvigionamento idrico per le utenze domestiche.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X