CARABINIERI

Sequestra e maltratta moglie e figlio per tutta la notte, un arresto a Licata

di

Costretti a restare segregati in casa e a subire violenze fisiche per tutta la notte. È successo a Licata dove i carabinieri hanno arrestato un 42enne, già noto alle forze dell'ordine, per maltrattamenti nei confronti della moglie e del figlio minorenne.

Ieri mattina i militari hanno ricevuto una richiesta d'aiuto pervenuta al 112 e sono intervenuti in un'abitazione in località Piano Cannelle. Giunti sul posto gli uomini dell'Arma hanno sentito le grida che provenivano dall'interno dell'appartamento e sono riusciti a penetrare liberando la donna e il figlio.

Durante le operazioni di soccorso il 42enne ha reagito in modo violento contro i militari e si è barricato all'interno dell'abitazione. Sul posto sono sopraggiunti un'altra dozzina di carabinieri che hanno circondato l'edificio.

Dopo alcune ore di dialogo e tentativi di mediazione, i militari sono entrati nuovamente in casa immobilizzando l'uomo. Il 42enne è stato arrestato con l'accusa di sequestro di persona, maltrattamenti contro familiari e resistenza a pubblico ufficiale e l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto il trasferimento in carcere.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X