"Iuventa" torna a Lampedusa, il documentario di Michele Cinque sulla nave dell'ong tedesca

di

A un anno di distanza dalla notte in cui l'imbarcazione "Iuventa" dell'ong Jugend Reddet arrivò a Lampedusa, portando in salvo migliaia di migranti e poi posta sotto sequestro, il regista Michele Cinque porta sull'isola il documentario che racconta l’esperienza collettiva dei protagonisti di questi viaggi.

“Iuventa”, prodotto da Lazy Film con Rai Cinema, in coproduzione con Sunday Films e ZDF/3Sat, e in associazione con Bright Frame, ha seguito per oltre un anno i protagonisti della ONG tedesca Jugend Rettet, dalla prima missione nel Mediterraneo al sequestro della nave nel porto di Lampedusa.

Il documentario verrà proiettato sabato 7 luglio in Piazza Castello. “La prima volta che ho sentito parlare della Iuventa - ha detto il regista - è stato nella tarda primavera del 2016 quando Jugend Rettet, fondata nel 2015 dal diciannovenne Jakob Schoen e da alcuni suoi coetanei di Berlino, ha lanciato pubblicamente il suo programma di azioni. Sono stato colpito immediatamente da questa storia percependo la sua importanza sia da un punto di vista simbolico che reale".

“Ho sentito fortemente la necessità di scavare più a fondo nella storia - spiega il regista - Non mi interessava l’aspetto sensazionalistico dei salvataggi in mare ma ero piuttosto interessato a capire i protagonisti di questo progetto umanitario: i loro sogni, le loro speranze ma anche le loro delusioni".

 

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X