I LAVORI

Agrigento, un piano per il recupero dei sotterranei della cattedrale di San Gerlando

«Girgenti torna a pulsare». È con queste parole che, ieri mattina, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, si è dimostrato entusiasta sui lavori di messa in sicurezza della cattedrale. Sono stati gettati i primi tiranti che la incateneranno. Ma c'è di più perché si stanno recuperando anche i sotterranei dove c'erano i locali di inumazione dei cadaveri. Locali che saranno visitabili anche dai turisti. E sembra inoltre affiorare, grazie all'attività di carotaggi, la torre di Gualtiero che diventerà - questo l'auspicio - una attrazione nell'ambito del circuito di visite della cattedrale. I lavori di consolidamento della cattedrale di San Gerlando sono cominciati a fine febbraio e dureranno – spendendo un milione e 600 mila euro – complessivamente 315 giorni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X