IL CASO

Una discarica al porto di Sciacca, disagi e polemiche

di
Porto rifiuti Sciacca, Agrigento, Cronaca

Il porto di Sciacca ieri è diventato ancora una volta una discarica con cassette di polistirolo e di legno, copertoni per auto, corde e materiale per la pesca e comunque per il settore ittico che è stato abbandonato sulla banchina. Il Comune accusa gli operatori della pesca che, a loro volta, chiamano in causa, invece, il Comune.

«I rifiuti speciali – dice l’assessore comunale all’Ambiente, Paolo Mandracchia - devono essere ritirati dalle ditte con le quali gli armatori hanno sottoscritto un contratto. Il Comune ha istituito l’isola ecologica per i rifiuti prodotti a bordo durante la battuta di pesca. È una vergogna, non è arrivata nessuna segnalazione di abbandono rifiuti speciali, nessuno vede. Il Comune non può raccogliere i rifiuti speciali. Dovranno spiegarci con chi hanno fatto i contratti e cosa hanno fatto in questi mesi. La collettività non può pagare per gli incivili di uno specifico settore. Gli armatori accusano i commercianti – conclude Mandracchia - ma nessuno vede nulla».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X