ABUSIVISMO

Scala dei Turchi, rimossi gli attracchi abusivi

Quei pali metallici erano stati collocati – in maniera abusiva – per essere sfruttati come ormeggi dalle imbarcazioni da diporto. Non soltanto erano illegali, ma erano anche vecchi e pericolosi.

Esattamente per come era già accaduto - a fine maggio - a Licata, anche a Realmonte, nelle acque antistanti la famosa Scala dei Turchi, ieri mattina, è scattata una vera e propria operazione di bonifica. A disporla, nelle ore precedenti, erano stati il sindaco Lillo Zicari e il suo vice Lillo Arcuri. A coordinare le operazioni di bonifica nello specchio acqueo che si trova dirimpetto alla Scala dei Turchi – in un’area dunque preziosissima oltre che spettacolare – è stata la Capitaneria di porto di Porto Empedocle.

La Guardia costiera – era presente il comandante in seconda Daniele Governale – ha disposto un cordone di sicurezza e controllo per far sì che le operazioni, a cura della ditta incaricata, si svolgessero in tutta sicurezza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X