STOP ALLA RACCOLTA

Netturbini senza stipendio a Lampedusa, previsto un nuovo sciopero

Erano stati già in sciopero lo scorso 28 aprile. Adesso, torneranno ad incrociare le braccia il primo giugno. Si tratta degli operatori ecologici del raggruppamento di imprese Iseda, Seap e Sea, in servizio a Lampedusa e Linosa. A proclamare il nuovo stop – lo sciopero dei netturbini – è stata l’Usb, l’Unione sindacale di base. «Le imprese, ad oggi, non hanno ottenuto le spettanze retributive per le mensilità di febbraio, marzo e aprile – ha reso noto il sindacalista della Usb Sicilia Aldo Mucci - . Sentita la commissione di garanzia dello sciopero nei servizi pubblici essenziali, l’Usb si riserva di proclamare altri giorni di sciopero degli operatori ecologici. Porteremo i lavoratori ed i loro familiari davanti la sede comunale». Una storia che si ripete, dunque.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X