IL CASO

Palma di Montechiaro, le demolizioni fermate L’accusa: «Ignorati i solleciti per i lavori»

di
demolizioni palma di montechiaro, Agrigento, Cronaca
Stefano Castellino

Il pubblico ministero Gloria Andreoli produce nuovi atti: una nota del Movimento cinque stelle di Palma che sollecitava le demolizioni e alcuni documenti del Comune relativi sempre all’avvio delle ruspe.

Nel frattempo il sindaco-imputato Stefano Castellino chiede di essere sentito e l’udienza preliminare slitta al 21 giugno. L’amministratore è accusato di falso ideologico, abuso di ufficio e rifiuto di atti di ufficio.

Secondo i pm imporre lo stop alle ruspe sarebbe stato un gesto illegittimo, in violazione di legge e dettato da esclusive finalità elettorali.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X