CONTRADA MADDALUSA

Giro, gravissimo incidente nella tappa di Agrigento: auto forza lo sbarramento e investe un motociclista

di
incidente giro d'italia, Agrigento, Cronaca
Foto da Agrigentonotizie.it

Gravissimo incidente poco prima della seconda tappa siciliana del Giro d'Italia che da Agrigento portava a Santa Ninfa: un motociclista del servizio d'ordine, infatti, è stato investito da un'auto che si è introdotta nel percorso chiuso al traffico, forzando uno sbarramento disposto dagli organizzatori. Contrariamente a quanto comunicato dall'Anas con una nota ufficiale il motociclista del servizio d'ordine investito prima dell'avvio della quinta tappa del Giro d'Italia non è morto ma in gravissime condizioni. Intanto l'uomo alla guida dell'auto, Gaetano Agozzino, 70 anni di Agrigento, è stato arrestato alla polizia stradale. lui le ipotesi di reato sono lesioni colpose gravissime e resistenza a pubblico ufficiale.

Il grave incidente è avvenuto poco prima della gara sulla statale 640 “Strada degli Scrittori”, ad Agrigento. Dalle prime informazioni comunicate dall'Anas, Agozzino, dopo avere forzato uno sbarramento disposto dagli organizzatori, nonostante il presidio delle squadre di Anas, è entrato in un tratto di strada chiuso al traffico per via della manifestazione sportiva, investendo un motociclista del servizio d’ordine. L'uomo di 48 anni di Sambuca di Sicilia è stato travolto mentre era in sella alla motocicletta Bmw Gls lungo la statale 115 ed è stato trasportato in gravissime condizioni all'ospedale Sant'Elia.

La Fiat Stilo avrebbe forzato la chiusura di strada imposta, con tanto di transenne dall’Anas, lungo la statale. All’altezza del bivio per contrada Maddalusa, in territorio di Agrigento, così come in tutte le altre complanari, strade urbane e provinciali che si affacciano sulla statale Agrigento-Sciacca l'Anas - su disposizione della polizia Stradale - ha collocato, sbarrando di fatto l’accesso, le transenne. A causa dell'incidente la gara ha subito un ritardo.

E’ in corso alla Procura di Agrigento, nella sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri, l'audizione dei due dipendenti Anas che vigilavano sul varco violato dall’autista della Fiat Stilo.

Grande collaborazione da parte dell’Anas che ha subito messo a disposizione dei pubblici ministeri Paola Vetro e Salvatore Vella, che è anche il procuratore aggiunto di Agrigento, le foto dei luoghi, sia quelle poco prima che quelle immediatamente dopo l'incidente. Pare che il settantenne fosse stato bloccato dagli operai dell’Anas. I dipendenti avrebbero, inizialmente, cercato di spiegare l’impossibilità a percorrere la statale che stava per essere attraversata dalla quinta tappa del Giro d’Italia. Ne sarebbe nato anche un alterco perché, a quanto pare, l'automobilista avrebbe continuato ad insistere. Poi - stando alle ricostruzioni della Procura della Repubblica di Agrigento - l'automobilista accelerando avrebbe invaso la statale dove sopraggiungeva, con una motocicletta, il commissario di gara: il quarantottenne di Sambuca di Sicilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X