IL SEQUESTRO

"Pubblicità non autorizzata", scatta la rimozione di 8 pannelli a Sciacca

di

SCIACCA. Il sostituto procuratore Michele Marrone ha autorizzato la rimozione dei sigilli e sono stati rimossi gli otto impianti pubblicitari che, nello scorso mese di marzo, a Sciacca, erano stati sottoposti a sequestro preventivo. È stata la stessa ditta che li aveva collocati a rimuoverli e le operazioni sono state seguite da due agenti della Polizia Municipale. Gli impianti sarebbero stati collocati in passato senza alcuna autorizzazione con l’occupazione di porzioni di suolo pubblico.

È un’indagine che parte da lontano quella della Procura della Repubblica di Sciacca, coordinata dal procuratore Roberta Buzzolani e dal sostituto Michele Marrone, perché si aggancia a un procedente procedimento che ha visto la condanna del rappresentante della società che avrebbe collocato gli impianti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X