Agrigento, dopo 25 anni i Vescovi ricordano l'anatema contro la mafia di Giovanni Paolo II

di

AGRIGENTO. Un grido che risuonò non solo nella valle dei templi ma nel cuore di tutti i siciliani, quello che 25 anni lanciò Papa Giovanni Paolo II. Un anatema contro la mafia, che aveva da poco portato a termine le sue stragi, che è passato alla storia e che viene ancora ricordato con grande emozione:

“Convertitevi! Una volta verrà il giudizio di Dio”, queste le parole che il Santo Padre pronunciò alla fine della sua omelia ad Agrigento il 9 maggio del 1993, davanti a migliaia di fedeli.

Dopo un quarto di secolo, i vescovi di tutta la Sicilia si riuniranno di nuovo davanti al Tempio della Concordia per ricordare e commemorare l'anniversario.

La decisione è stata presa nel corso della Conferenza episcopale primaverile che si è tenuta a Piazza Armerina. Una solenne concelebrazione in cui sarà presente tutto l'alto clero siciliano che si concluderà con un nuovo messaggio, anch'esso contro tutte le mafie.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X