PALAZZO DELL'AQUILA

Crisi finanziaria a Licata, Comune con i conti in rosso

di

LICATA. Il Comune di Licata è al «verde». Non c’è un euro in cassa e la tesoreria comunale, che opera in regime di «prorogatio» perché alla nuova gara per aggiudicarsi il servizio, rimanda indietro anche gli atti di precetto, i cosiddetti pignoramenti.

L’ente ha inoltre una forte esposizione bancaria con la banca San Francesco dovuta al fido concesso come anticipazione di cassa e la situazione è drammatica. A farne le spese sono i fornitori che attendono anche anni prima di potersi vedere pagate le fatture emesse. Il saldo negativo di cassa è venuto fuori dopo che la tesoreria ha rimandato al mittente una ingiunzione di pagamento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X