TRIBUNALE

"Tentata violenza sessuale", condannato un uomo di Porto Empedocle

di

PORTO EMPEDOCLE. Strappa i pantaloni all’ex moglie e la scaraventa sul letto per violentarla: la donna riesce a divincolarsi e prendere il cellulare in mano. Il tempo di comporre la chiamata verso il numero della figlia che capisce il pericolo e arriva in casa in pochi minuti e costringe l’uomo ad andare via.

Per questi fatti, a distanza di quattro anni, i giudici della prima sezione penale presieduta da Luisa Turco hanno condannato G.G., 59 anni, di Porto Empedocle, a due anni e tre mesi di reclusione per le accuse di tentata violenza sessuale e lesioni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X