CAPITANERIA DI PORTO

Sequestrati 200 chili di pesce mal conservato e senza tracciabilità ad Agrigento

AGRIGENTO. Centoquaranta chili di pesce confiscati perché privi della documentazione necessaria ad attestare la tracciabilità e altri 60 chili sequestrati perché in cattivo stato di conservazione. Elevate, però, anche sanzioni amministrative per 12 mila euro.

Prosegue l’attività dei militari della Capitaneria di porto di Porto Empedocle per garantire la tutela del consumatore dalle frodi alimentari ed assicurare la qualità, la provenienza e la freschezza del prodotto ittico che troverà posto sulle tavole dei ristoranti e delle famiglie.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X