CARABINIERI

Grotte, quattro colpi di fucile contro un cancello: giallo sul movente

GROTTE. Quattro colpi di fucile da caccia contro il cancello di un’abitazione disabitata. E’ accaduto in via Orsini, nel centro storico di Grotte. Inequivocabile messaggio intimidatorio per un operaio ventinovenne che avrebbe utilizzato la vecchia abitazione per tenere un cane. Ed è proprio sulla presenza dell’esemplare - fedele amico dell’uomo - che, ieri, sembravano concentrarsi le indagini dei militari dell’Arma della stazione di Grotte. Carabinieri che, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, ipotizzavano che qualcuno potrebbe aver voluto lanciare un messaggio esplicito al giovane perché verosimilmente quel cane avrebbe creato fastidi, forse anche dei rumori non graditi.

Nessuna certezza categorica, naturalmente. Troppo presto, del resto, per avere piena consapevolezza di quale pista investigativa imboccare. I carabinieri, a quanto pare, come procedura investigativa esige, hanno già sentito il ventinovenne, un operaio grottese. E non è escluso, naturalmente, che tornino a farlo anche nelle prossime ore o nei prossimi giorni. L’audizione servirà per mettere dei punti fermi e fare chiarezza.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X