PIANO GATTA

Agrigento, decine di bare senza una sepoltura

AGRIGENTO. Molte sono in attesa da quasi due mesi. Alcune, invece, «soltanto» da una decina di giorni. Sono almeno 20 le bare «parcheggiate», in attesa di poter essere tumulate, al cimitero di Piano Gatta dove non ci sono più – e da tempo ormai – posti disponibili. Tombe e loculi sono tutti pieni. I familiari dei defunti aspettano.

Qualcuno – legittimamente – si arrabbia pure perché intende dare una degna sepoltura al proprio caro. Una sepoltura sulla quale poter portare un fiore. Anche i posti recuperati con l’ordinanza di requisizione, firmata lo scorso marzo dal sindaco Lillo Firetto, si sono esauriti. Le bare, dunque, non possono che continuare a restare in deposito. S’era ventilata la soluzione di loculi prefabbricati. Sepolture da collocare rapidamente per tamponare, appunto, l’emergenza.

Ma il braccio di ferro – in corso d’opera dinanzi al tribunale regionale amministrativo di Palermo – fra Comune e impresa, che gestiva il cimitero di Piano Gatta, sta bloccando ogni cosa. Soltanto dopo giorno 27, il giorno il cui è atteso il pronunciamento del Tar, si potrà probabilmente cominciare a tracciare la strada da seguire per arrivare alla soluzione.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X