SQUADRA MOBILE

Omicidio del muratore di Favara, ritrovata l’auto dei killer

FAVARA. I poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento la cercavano – con perlustrazioni e decine e decine di perquisizioni – dallo scorso giovedì pomeriggio, da dopo l’omicidio di Emanuele Ferraro, 41 anni di Favara. Da via Diaz, a poche centinaia di metri di distanza dalla chiesa Madre di Favara, era stata vista allontanarsi, e in maniera repentina, una vecchia Y10. Una utilitaria a bordo della quale vi sarebbero state due persone: il conducente ed il killer.

Macchina che è stata ritrovata ieri, poco prima di mezzogiorno, nelle campagne fra Licata e Palma di Montechiaro. Y10 completamente devastata dal fuoco. Un incendio, però, che, nel momento in cui è stata ritrovata la macchina, è risultato essere ormai spento. A ritrovare la carcassa sono stati i poliziotti e subito, nelle campagne fra Licata e Palma di Montechiaro, si sono precipitati gli agenti della Squadra Mobile, che sono coordinati dal dirigente Giovanni Minardi, e quelli della sezione Scientifica.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X