TRIBUNALE

"Pizzo sulle buste paga", imprenditore di Raffadali rinviato a giudizio

di

RAFFADALI. «Cavallo di ritorno sulla busta paga»: Pietro Galvano, 69 anni, di Raffadali, presidente della cooperativa «Il Girasole» che si occupa di assistenza sociale, è stato rinviato a giudizio. La decisione di disporre l'approfondimento dibattimentale è del giudice dell'udienza preliminare Alfonso Malato che ha accolto la richiesta della Procura. Galvano è accusato di estorsione e falsità commessa da incaricato di pubblico servizio.

L’indagine della Procura di Agrigento e della Squadra mobile, che ha portato alla decisione del giudice di mandarlo a processo, scaturisce dalla denuncia presentata nell’agosto del 2016 da una ex dipendente della cooperativa sociale. La donna ha raccontato di essere stata costretta a restituire parte dello stipendio che formalmente le veniva erogato e che, se si fosse rifiutata, avrebbe perso il lavoro. Un’infermiera, indicata come vittima del presunto tentativo di estorsione, alla prima udienza si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Floriana Salamone.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X