BASKET

Fortitudo a testa alta ma Biella resta tabù, Ciani: "Sono mancate le rotazioni abituali"

di
fortitudo agrigento, Agrigento, Sport
Franco Ciani

AGRIGENTo. Biella per Agrigento resta un tabù. La squadra di Ciani esce a testa alta dalla sfida in terra piemontese, impatta bene la gara, trovando minimi vantaggi nel primo quarto, chiuso sul 19 pari, ma paga lo strappo del secondo periodo con un parziale di 27-15 che non riuscirà più a ricucire. Difficile chiedere di più ad una squadra che ha scontato le assenze, rimanendo comunque saldamente ancorata agli obiettivi di inizio stagione. Un passo falso che ci sta tutto considerato che l’avversario di turno è una squadra costruita per vincere il campionato.

“Non era facile per noi venire in un campo come questo dovendo rinunciare a due giocatori del quintetto (Zilli e Zugno ndr) – spiega il coach della Moncada Franco Ciani - , ci siamo preparati bene per provare a sopperire con una gestione attenta delle risorse fisiche con la squadra che sapeva di non avere le rotazioni abituali e per di più contro una delle squadre più fisiche del campionato e che ha talento e qualità”.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X