CASSAZIONE

Tentò di uccidere un vicino di casa a Camastra, condannato a 8 anni

di

Ricorso inammissibile e condanna a otto anni di reclusione, quindi, che diventa definitiva. Nelle prossime ore il pubblico ministero Salvatore Vella firmerà l’ordine di carcerazione per Gesù Amato, 30 anni, di Palma di Montechiaro, ma residente a Camastra, ritenuto colpevole in tutti i gradi di giudizio per avere tentato di uccidere a colpi di pistola un vicino di casa, il trentanovenne Domenico Mancuso, col quale aveva avuto dei contrasti di natura mai chiarita.

L’uomo, difeso dagli avvocati Salvatore Collura e Antonio Impellizzeri, è stato arrestato il 6 dicembre del 2014 con l’accusa di tentato omicidio e porto illegale di arma. Amato, poche ore dopo la sparatoria, sapendo di essere ricercato dai carabinieri, si era presentato in caserma a costituirsi spontaneamente ma non ha mai spiegato i motivi del gesto né avrebbe reso alcuna confessione come, in un primo momento, qualcuno aveva ipotizzato

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X