TRIBUNALE

"Disturbo della quiete pubblica", imposti orari di chiusura al pub 'Nzolia

di

AGRIGENTO. Prima il decreto penale di condanna al titolare per «disturbo della quiete pubblica», adesso l’ordinanza del giudice civile che impone la chiusura a orari prestabiliti e con larghissimo anticipo rispetto al passato e impone il divieto di diffondere musica all’esterno e un limite di tre decibel per la diffusione sonora interna.

La battaglia fra i residenti della salita San Calogero e i titolari del locale 'Nzolia, almeno in questa fase, la vincono i primi. Il giudice Silvia Capitano, della sezione civile del tribunale di Agrigento, ha emesso un’ordinanza cautelare che recepisce interamente le richieste di un gruppo di residenti che da tempo hanno avviato un’azione di protesta contro l’inquinamento acustico provocato dalla presenza di avventori del locale che, a loro dire, avrebbe provocato gravi danni e disagi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X