POLIZIA

Droga nei contatori dell’acqua, 5 arresti a Palma di Montechiaro

PALMA DI MONTECHIARO. Nascondevano la «roba» – cocaina – nelle cassette dei contatori dell’acqua o del gas: all’esterno dunque delle loro abitazioni. Per parlare dello stupefacente, utilizzavano un linguaggio in codice: «caffè» oppure «carne».

L’inchiesta della polizia di Stato – degli agenti del commissariato di Palma di Montechiaro, nello specifico – è riuscita a documentare che vi sarebbe stato un giro di «coca» che da Palermo giungeva fino a Palma di Montechiaro dove veniva poi «piazzata» sull’illegale mercato dello spaccio.

Cinque le misure cautelari eseguite ieri mattina a carico di altrettanti soggetti accusati, a vario titolo, dell’ipotesi di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X