FINANZA

Case, terreni e conti: sequestro per il figlio del boss di Cattolica Eraclea

di

AGRIGENTO. E’ scattato il sequestro dei beni di Giuseppe Mormina, di 78 anni, figlio del noto boss Francesco storico capo mafia di Cattolica Eraclea. I militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Agrigento hanno dato esecuzione all’ordinanza di sequestro emessa dal tribunale - sezione misure di prevenzione. I finanzieri hanno effettuato accertamenti patrimoniali sul patrimonio di Mormina e dei suoi familiari.

In particolare, i militari del nucleo di polizia economico-finanziaria di Agrigento hanno posto i sigilli a sette immobili residenziali, un complesso aziendale, 22 terreni nel Comune di Cattolica Eraclea, conti correnti e di deposito per un valore complessivo di oltre  752 mila euro.

Gli inquirenti ritengono Giuseppe Mormina  detto “Ciccu Mormina” pericoloso perché legato a personaggi criminali di calibro internazionale come Nick Rizzuto.

Mormina risulterebbe inoltre legato da stretti rapporti familiari con Domenico Terrasi, che è ritenuto un elemento di spicco della consorteria mafiosa di Cattolica Eraclea.  Secondo gli inquirenti Mormina  avrebbe intrattenuto rapporti con il reggente della famiglia mafiosa di Agrigento, ma anche con  Emanuele Sedita, Simone Capizzi e Salvatore Di Ganci,  ritenuti  capi delle famiglie mafiose di Ribera e di Sciacca e della famiglia Bonanno.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X