OSPEDALE BARONE LOMBARDO

Donna ricoverata a Canicattì per sospetto caso di tubercolosi, non è grave

di

CANICATTI'. Un caso sospetto di tubercolosi a Canicattì. Ieri una donna quarantenne di origini romene è stata ricoverata all’ospedale Civile Barone Lombardo ed è stata sistemata in una stanza in isolamento.

La donna è stata sottoposta ad una tac da dove si sono evidenziate lesioni cavitali sospette ed le è stata somministrata una terapia antibiotica. In giornata la paziente sarà trasferita nel reparto di Malattie infettive dell’ospedale di Enna.

Il direttore sanitario Giuseppe Augello ha voluto tranquillizzare la popolazione: “Oggi di tubercolosi non si muore. La paura per questa malattia è legata più ad una retaggio antico quando non c’erano gli antibiotici e si moriva di tubercolosi. I medici e i sanitari che sono stati a contatto con la donna hanno indossato una mascherina per precauzione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X