CARABINIERI

Operazione Montagna, gli investigatori sentono le vittime del pizzo

AGRIGENTO. «Messa a posto» per lavori di manutenzione in una guardia medica di San Biagio Platani e imposizione di manodopera per la ristrutturazione di una scuola in provincia di Palermo.

I pubblici ministeri della Dda di Palermo, Geri Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra, vogliono vederci chiaro e stanno convocando quasi tutte le presunte vittime delle estorsioni che sono venute alla luce nell’ambito della maxi inchiesta Montagna che il 22 gennaio ha disarticolato, con 56 arresti, le famiglie mafiose di un ampio versante del territorio. I magistrati che stanno conducendo l’inchiesta, dopo il maxi blitz dei carabinieri, non si sono fermati e hanno delegato gli stessi militari di sentire le presunte vittime.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X