SERIE C

L'Akragas senza più alcuna certezza contro la Paganese punta sull'orgoglio

di

AGRIGENTO. A Pagani per accorciare il divario dalla penultima in classifica e tentare di non allungare il distacco in modo da giocarsi la salvezza ai play out che il regolamento non prevede se la distanza è superiore agli 8 punti. È l’obiettivo dell’Akragas che, sul campo, tenterà di giocarsi una delle ultimissime chance di salvezza.

La partita più complicata, però, si gioca fuori dal campo e lì l’Akragas da domani rischia di non avere un futuro preciso. In settimana si è pensato a tutto tranne che ad allenarsi. Prima l’attesa per il rientro in Italia dall’Iran della delegazione del club capeggiata dall’avvocato Enzo Caponnetto, volata a Teheran per tentare di chiudere la cessione del club alla holding persiana che, qualche settimana prima, era venuta ad Agrigento per avviare la trattativa. La risposta del gruppo asiatico è stata interlocutoria. In sostanza ci sarebbe un accordo ma per la formalizzazione servirebbero settimane. Alla luce di ciò il presidente Silvio Alessi ha annunciato di avere mollato, spiegando di non avere più le risorse finanziarie per proseguire la stagione e comunicando che i calciatori sono stati lasciati liberi di trovarsi un’altra sistemazione. Dopo la trasferta di oggi non ci saranno certezze.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X