RANDAGISMO

Canili pieni a Sciacca, si cercano posti ad Agrigento e a Trapani

di

SCIACCA. «I canili convenzionati con il Comune sono pieni, stiamo verificando la possibilità di trovare posti liberi in strutture di Agrigento e Trapani». Lo ha detto l’assessore all’Ambiente del Comune di Sciacca, Paolo Mandracchia, che sta affrontando l’emergenza randagismo e adesso, su questo tema, deve fronteggiare anche gli attacchi da parte di consiglieri di opposizione.

Il Comune di Sciacca spende circa 300 mila euro all’anno per custodia e mantenimento dei randagi e adesso ha annunciato che vuole lavorare alla realizzazione di un canile comunale per ridurre la spesa e garantire maggiore sicurezza per i cittadini. La linea che sta seguendo l’amministrazione comunale non piace ai consiglieri del Movimento Cinque Stelle, Alessandro Curreri e Teresa Bilello, i quali rilevano che «in contrada Muciare, come sul monte San Calogero o nel quartiere Perriera sembra vi siano vere e proprie colonie di randagi che in pochi mesi sono cresciute grazie alle recenti cucciolate. In questa situazione c’è anche il concreto rischio che i cittadini esasperati inizino a compiere gesti ingiustificati nel tentativo di porre rimedio da sé ad un problema che ha assunto dimensioni molto preoccupanti».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X